Lasciti testamentari

Farsi ricordare oltre la vita

Non è un caso se nel vissuto di quasi tutti i volontari che lavorano in FARO c’è la malattia di un familiare assistito dalla fondazione.L’aver trovato, in un momento tragico come la malattia senza speranza di una persona cara, professionisti in grado di svolgere atti di cura rigorosi con calore, attenzione e disponibilità e l’aver ricevuto all’occorrenza supporto psicologico e morale durante e dopo l’assistenza, genera nell’immediato un sentimento di gratitudine che, a distanza di anni, viene ancora  espresso con le parole e con le donazioni.

Quando il tempo attenua il dolore, in molti subentra il desiderio di fare qualcosa, di impegnarsi affinché tutti quelli che stanno affrontando o si troveranno ad affrontare lo stesso difficile percorso possano ricevere identico aiuto. Ed ecco la scelta di diventare volontari, di adoperarsi per gli altri, di entrare in un grande progetto i cui valori non si vuole vadano perduti.

Per chi sente il desiderio di assicurare continuità al progetto FARO, al di là della vita, c’è un’altra possibilità. Quell’atto di consapevole generosità che è il lascito testamentario che non è, e non deve essere, esclusione degli affetti ma testimonianza e trasmissione di valori nei quali si è creduto in vita. Di norma il lascito testamentario riguarda, infatti, una parte modesta dei beni e, solo in assenza di eredi legittimi, può coinvolgere  l’intero patrimonio che diversamente finirebbe  allo Stato.

L’importanza dei lasciti testamentari è fuori di dubbio: se la FARO è riuscita a superare la gravissima crisi economica di questi anni, aprendo nello stesso tempo un secondo hospice, è solo grazie al gesto generoso di alcune persone che non potremo mai dimenticare.

È necessario che il lascito o il legato vengano  dichiarati con scritto di proprio pugno datato e firmato, preferibilmente con l’intervento di un notaio. Il lascito testamentario è esente da imposte di successione e, nel caso non esistano eredi legittimi, evita che il patrimonio passi allo Stato. La nostra segreteria può fornire, a chi fosse interessato, il nominativo di studi notarili che offrono consulenza gratuita sull’argomento.